Archivio tag | poesie sulla pioggia

Piove

Piove e io sono senza parole
le ho dispensate tutte
come briciole di sorrisi caldi
come briciole di pane appena sfornato
come l’ultima luce proveniente dalle stelle

piove
piove
piove
e io…

sono all’asciutto
d’amore…


ho le mani tese verso di voi,
ho il cuore rovesciato
come il cappello di chi mèndica,
ho le tasche tarlate
dalla vostra indifferenza,
ho il grido che muore,
nell’ugola
che vuol cantare.

PS. poesia ripescata a seguito di una applicazione di messenger

che ritrae il mio volto attraversato dalla pioggia. Tranquilli, sto bene.

Temporale

2011-08-09 NUVOLE-IMG_6425.JPG

2014-12-09 NUVOLE

2013-04-19 CIELO NUVOLE-IMG_9942.JPG

2014-07-22-nuvole-di-temporale-img_7441.jpg

13263895_10209044497580469_4868647906472869766_n.jpg

Dapprima

la piccola nube passeggia,

biancheggia, vagheggia…

s’incontra con l’altra

borbotta s’addensa…

si unisce alle altre

s’imbroncia, si scontra, tuoneggia

minaccia,

ed ecco la pioggia!

La pioggia d’estate

è un dono di fate

che porta sollievo

alle rose assetate:

       a zolle,

corolle,

    fanciulle,

farfalle.

S’allieta Natura

che era  sì  quieta,

si erge lo stelo,

risplende quel velo

che è sulle foglie,

sui ciottoli afosi,

sui prati odorosi

ritornano sposi gli stami e i pistilli

non s’odon sfavilli

eppure… c’è in tutte le cose

un passo  più lieto e spedito:

si!   Dopo la doccia

Madre Natura

ha cambiato vestito.