Archivio tag | poesie inedite di anna marinelli

Via Corona

2013-05-30 FOTOTESTO - VIA CORONA-via corona copia.jpg

 

I giorni senza pane

 

Via Corona, eri stagliata

in un’architettura di sole

ridente come bimbo che allatta

ad un seno di gioia.

Risuonano ancora i piccoli passi incerti

le gaie risate di bimbe sognanti

e garrule voci di rondini in amore.

D’estate eri immersa in una mare di luce

e caldi sapori provenivano

dalle cucine amiche…

“ccè ti manci osci, cummà Popolì?”

e si scambiavano sorrisi e friselle,

saluti sinceri che davano  sapore

ai giorni senza pane.

Pioggia d’Autunno

higuera-de-arriba.jpg

vigneti campagne allagate-2

 

Pioggia d’autunno

 

Le foglie galleggiano sulle pozze d’acqua,

come stelle scarlatte cadute dal cielo.

I miei pensieri sono cerchi concentrici

che si allargano a dismisura sulla tela del giorno.

Dove siete spicchi di sole?

In quali frutti vi nascondete?

Ch’io possa ancora assaporare

la dolcezza dell’Estate fuggente!

Stamani l’albero del fico

s’è destato privo ormai dei suoi monili,

ultimi scrigni mielosi giacciono tra le fronde

e se ne pasce il passero affamato.

Poco lontano il vigneto di mio padre

incrocia i suoi rami come braccia ossute

per difendere gli ultimi racemi.

Sono echi lontani, ormai, le voci delle donne,

degli uomini e dei bimbi tra i filari.

Piove, piove ma se ne rallegrano le zolle,

che hanno patito la sete nei giorni del solleone.
La natura sempre Madre rimane,

e generosa provvede ai bisogni dei suoi figli,

certa del fatto che domani uscirà ancora e ancora il Sole,

che ogni lacrima asciuga col suo raggio caldo,  denso d’amore.

Racemi d’anima

racemi

Vengo da te, di notte

come una ladra dal passo felpato,

vengo alle tue vigne di nuvole e rondini…

Passo da  te di notte

nel dormiveglia della città.

Aggrappata all’areopago della luna di Ottobre.

Quella sempre gravida di luce e follia

Quella pagnotta di luce e sogni.

Vengo da te di giorno

quando le meridiane sonnecchiano

d’intonaco e rose.

Vengo da te. Furtiva!

A spigolare acini di uvaspina, a rubarti…

racemi d’anima…

racemi2