Un’idea geniale

Quest’anno mi è venuta un’idea geniale: lanciare nel mio gruppo facebook, “Comu si mangiava nna vota” una specie di gara a chi faceva la frisella più bella e originale.

Avevo messo come premio un canniccio. Cos’è mai un canniccio vi chiederete. Ebbene, il canniccio è una specie di grande vassoio fatto di canne e abilmente intrecciato col filo di ferro per tenere compatte le canne e potervi posare sopra ortaggi, frutti e verdure da essiccare al sole cocente di questa torrida estate.

Si trattava di una piccola provocazione per animare il Gruppo da me ideato 7 anni fa, i cui iscritti, sempre presenti ma un po’ distratti dall’andare al mare, stavano trascurando. Così pensavo, infatti.

Qualcuno lo ha chiamato Contest, ma la cosa era ridicola, ridicola chiamare Contest una cosa alla buona, fatta in casa come tutte le cose buone che facciamo noi, gente creativa del SUD!!!

Vi confesso che la cosa è stata favorevolmente accolta e sono state presentate delle friselle davvero originali e golose.

Ho nominato un amministratore del Gruppo la prof. Giusy Miccoli come giudice di gara e non me ne sono pentita, perchè di è davvero distinta nella sagacia e nell’impegno che ci ha messo a seguire la gara, tener conto dei like ricevuti da ogni concorrente e poi alla fine stabilire una specie di classifica, che è la seguente. Primo classificato Mimmo Cosimo Baldaro, seconda classificata Anna Santanelli Scadigna e terza Graziella Geraci. Segnalate altre tre friselle buonissime anche loro preparate da Mino Quaranta, Ida Albano e Dolores Nobile.

Per la consegna degli attestati e del premio mi sono recata presso le abitazioni delle persone che hanno meritato un riconoscimento, a motivo delle restrizioni causa Covid. Le altre sono avvenute all’aperto.

Vi piace il mio reportage! E ditemelo allora! Non siate pigri. Grazie, la vostra Anna.

Utilizzo del canniccio
Primo premio a Cosimo Baldaro.
Premiazione del primo classificato avvenuta nella Piazza di Monteparano (TA)
Un po’ di scenografia, ci sta!
Mario Volpe, un salentino venuto da molto lontano.
Il turista ha gradito.
I miei pomodori messi ad essiccare.

2 thoughts on “Un’idea geniale

  1. Rivedere lu cannizzu (cannizzieddu) un passo all’indietro di molti, troppo decenni dal momento che si tratta di una presenza strettamente legata alla adolescenza, una gioia immensa e un bel pò di emozione. Splendide le foto “parlanti” di frisedde variamente condite. Una punta di perplessità sull’abbinamento dell’umile alimento con fette di pancetta e mortadella. Detto con simpatico intendimento sempre ammirato per le inesauribili iniziative e proposte della nostra Anna !

    • Gino, buongiorno e ben ritrovato, la perplessità l’abbiamo provata tutti, ma abbiamo dovuto arrenderci al Nuovo che avanza, mio figlio, ad esempio adora mangiare le friselle con tatto tonno e capperi. De gustibus… !!! Cari saluti, amico mio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...