Archivio | aprile 28, 2021

Qui non giace mia madre

Qui non giace mia Madre,
cercatela quando il vento
fa udire la sua voce possente
tra le colline, a raccogliere malva
dai petali d’ametista,
per distillare analgesici d’Amore.

Qui non giace mia Madre,
la troverete in quel piccolo giardino
recintato di tufo,
quando con mani tenere e forti
sorregge pergolati di glicine
e sconfiggere brigate di muffe bianche
con ventate di amorevoli attenzioni.

Qui non giace mia Madre,
lei risiede negli albori dei mattini,
nella goccia che s’imperla sul fogliame.

La troverai nella cangiante iride
di una bolla di sapone,
o sulla vetta più bianca di neve,
bianca come spuma marina,
bianca come ala di gabbiano,
bianca come l’altissima Luna
che brilla nella notte…