Archivio | ottobre 26, 2020

oggetti del passato

E quando la vena poetica abbandona la pagina del mio cuore, cerco tutt’altro da fare, l’importante è non lasciarsi abbattere dalla depressione.

Restauro di una vecchia tavola da bucato.

scartavetrare, dare un fondo di un colore qualsiasi, affinchè l’oggetto non assorba troppo colore Nobile… poi iniziare a dipingere la tavola, che mia nonna chiamava “Stricaturo” con i colori scelti.

Precedentemente, si scelgono le carte con soggetti preferiti e ritagliarle accuratamente. Scegliere il colori per la tavola che ben si dovranno abbinare con i colori di base.

Far asciugare, non fate come me che per fare prima oggi ho asciugato il colore con l’asciugacapelli.!!!

Passare della colla vinavil sul retro delle carte, non mettetene troppa altrimenti non asciuga bene e fa le bolle.

Se fa le bolle, passateci il dito sopra e schiacciate, sotto la pressione del dito la colla in esubero fuoriuscirà.

Disponete le figure con molto senso della bellezza e abbinando bene i soggetti.

Nel mio antico stricaturo, ci ho messo delle foglie che contenevano una coccinella. Ma soltanto dopo aver trovato due coccinelle di legno piccoline da posarvi sopra mi sono sentita soddisfatta.

aaaaattenzione al tarlo!
scartavetrare
passare un fondo sulla tavola
la parte bassa della tavola
la parte alta della tavola
disposizione dei soggetti decorativi
le coccinelle finali.
la sorella maggiore.
Questa voce è stata pubblicata il ottobre 26, 2020, in varie. 2 commenti

Girasoli

Angeli

svolsero l’intricata matassa

dei loro fili d’oro.

Nude corolle 

l’accolsero

di grandi fiori

invaghiti di sole

e scrigni di luce divennero

ad abbagliare

 pupille…