Archivio | aprile 18, 2020

Angeli senza ali

O Dio, mio Dio,

Ti prego per gli angeli custodi,

quelli  di carne  ossa  e lacrime,

quelli che non hanno le ali

ma che invisibili ceppi d’amore

trattengono accanto ai capezzali.

 

O Dio, mio Dio,

Ti prego per questi Tuoi figli

pronti a donare un sorriso

ad imboccare un labbro tremante,

ad asciugare una lacrima non voluta.

o troppe volte taciuta.

 

O Dio, mio Dio,

per questi angeli  si leva in alto

la mia preghiera,

per coloro che pur senza ali

leggeri  si aggirano

di giorno, di notte,

fra le bianche corsie degli ospedali.

 

Sono lì nella famiglia dove riposa

inerme un padre stanco,

nella casa dove si mormora,

per morire, una preghiera,

per non essere di peso per nessuno,

per quell’angelo di figlia

che per amore ha rinunciato

a formarsi una famiglia.

 

O Dio, mio Dio,

Ti prego per gli angeli custodi,

quelli non iscritti fra i Cori e i Serafini

ma silenziosi si aggirano

fra i più diseredati,

e per aver le ali

non sono accreditati.

 

Per essi  questa sera

T’innalzo una preghiera

per gli angeli custodi

che non hanno una divisa,

che non hanno una bandiera,

 

Ti prego o Dio, mio Dio,

per la grande Tua giustizia

per la grande Tua bontà

di riservare a loro nel Tuo Ciel l’eredità.