Archivio | aprile 6, 2020

Rondini

 

92275431_532763731006774_6468004972914016256_n

Ho rondini che mi volano in testa.

Ognuna di esse reca nel becco

una sillaba del tuo nome silvestre.

Esse tintinnano come campane

di Pasqua e destano i morti sogni

che risorgono come Lazzari redivivi

e spuntano leggiadri

sulle mie ciglia stanche.

Mai stanche però

d’intrecciare cordami di abbracci

in questo tempo imbavagliato.