Archivio | febbraio 13, 2019

Inutile ritorno

Il-viaggio-della-rondine_articleimage.jpg

 

 

INUTILE RITORNO

 

Stasera il tuo nome

diviene uncino,

cappio, tagliola,

urlo non gridato,

desiderio di sole e di fuoco

che mi brucia le vene

e trasforma in colata

incandescente il plasma della vita.

Sei prigioniero

in un bunker di silenzio

dove non può raggiungerti

il mio grido.

Lì, hai trovato rifugio

temendo di cadere in un agguato

di braccia tese, per l’amore.

Ma, non ti accorgi

che torna un’altra inutile primavera

coi suoi interrogativi

di rondini sui fili?