Archivio | dicembre 24, 2016

Una bella Notizia

ruota

 

Una encomiabile iniziativa umanitaria che ci fa ben sperare che ancora nel cuore degli uomini alberga uno spiraglio di Giustizia e di umanità, in mezzo a tanta barbarie che insanguinano il nostro Tempo.💗
Vale davvero la pena che ve ne parli. Che vi parli di
quei neonati indesiderati i quali, tempo addietro, venivano abbandonati alla carità degli orfanotrofi e depositati nella Ruota degli esposti.
💗
A Taranto, presso l’ospedale SS. Annunziata, è stata inaugurata “La Culla per la vita”, con accesso dalla discreta via Crispi. Il progetto è stato voluto e realizzato dal dr. Oronzo Forleo, direttore della Struttura Complessa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale.
💗
Da oggi, anche nel nostro sud, le mamme e i genitori che non vogliono/possono occuparsi del nascituro potranno “donarlo”, in modo anonimo e garantendo la massima sicurezza al neonato, a coloro che sapranno amarlo, rispettarlo e garantirgli un futuro.

💗
La Culla infatti altro non è che una incubatrice confortevole e con sensoristica ultra moderna, collegata con delle videocamere al reparto di terapia intensiva neonatale. In caso di presenza neonato, il personale medico e infermieristico verrebbe immediatamente allertato per consentire l’immediato recupero del bimbo. Chiedo il vostro aiuto per diffondere la notizia, affinché ci sia più informazione e si evitino gli abbandoni e le tragedie legate a questi atti. 💗

Grazie a nome di tutti i bambini “rifiutati” dalla madre naturale e a nome di quei genitori che potranno stringere tra le loro braccia una creatura da amare. 💗

Questo è un bel messaggio di Natale.💗

 

AUGURI, BUON NATALE!

 

Un pensiero per gli ultimi

clochard

 

Un pensiero per gli ultimi

Un pensiero per gli ultimi, per gli invisibili.
Per i barboni che lo trascorreranno sotto i ponti,
per chi lo vivrà nelle corsie degli ospedali in cerca di ricovero
sulle strade… in servizio… di turno al 118…
ai vigili del fuoco,
agli stambecchi affamati,
ai bimbi abbandonati nei cassonetti
alle madri che hanno deciso di abortire…
a chi ha deciso di trascorrerlo in sobrietà..
a chi lo trascorrerà da solo
a quanti hanno perduto da poco una persona cara
a quanti aspettavano un invito che non è arrivato
a quanti lavorano nelle mense caritative
agli immigrati, ai carcerati, ai separati
che non potranno abbracciare i figli
a chi non crede, a chi non spera più…
a chi non ha mai cominciato a sperare
ai vecchi abbandonati come fardelli inutili
nelle case di riposo..
alle mamme che stanno partorendo
a quanti stanno morendo..
a chi comincia solo oggi a vivere…
a chi vorrebbe morire proprio oggi,
a me a te poeta coltivatore di sogni,
inguaribile Pierrot con lo sguardo rivolto alla luna
cercatore di stelle sui prati del cielo…
seminatore di briciole ai passeri affamati…
tessitore di emozioni col filo lucente della parola
spoletta di luce che mira a raggiungere il cuore
dell’uomo abbagliandolo di stupore semplice…
col fiore d’amore che sboccia in tutte le stagioni
quasi fosse primavera sempre e non solo a natale…
buon natale magnifico amico
ecco qualche parola,
prendila, è tua.
A chi aspetta un tramonto, forse l’ultimo,
a chi invece abbraccia l’alba di un vagito,
a chi voleva ancora volare
pur avendo ali bruciate,
a chi, come noi,
vive immerso nei sogni
e guarda il cielo
anche se è grigio
anche se piove
e sa ancora sorridere davanti all’azzurro
di uno sguardo bambino
e sa ancora commuoversi
davanti ad un dono inatteso.
A te, dolce amica, compagno speciale,
a quanti ho dimenticato,
non se ne abbiano a male,
e a te Emigrante che vorresti tornare,
auguro a tutti un Sereno Natale!