La Messa dei defunti

 

 

12806251_10204156846361928_8102268777472470705_n

 

I nostri nonni, seduti intorno al braciere, spesso raccontavano di ciò che accadde a Rata di Viruddu  una notte d’inverno di tanti anni fa.

Si raccontava che la notte tra l’uno e il due novembre  i defunti uscissero in processione per le vie del paese e che, ad ogni crocevia, celebrassero una cerimonia.

Molte persone dicevano di aver visto questa processione e che addirittura una donna avesse assistito alla messa dei morti che pare si celebrasse a mezzanotte. Rata, donna devota, avendo sentito suonare le campane della chiesa, si era recata a messa e lì si era accorta di non conoscere nessuno dei fedeli che stavano assistendo alla funzione.

Una di quelle anime, che in vita era stata la sua madrina, incontrando il suo sguardo sbigottito, le fece segno di andarsene prima che il prete alzasse l’Eucarestia, altrimenti sarebbe rimasta per sempre nel regno dei morti.

La donna, spaventata, si precipitò fuori dalla chiesa e mentre le porte stavano per chiudersi, il suo scialle restò impigliato nella porta della chiesa alle sue spalle. Il mattino seguente raccontò a tutti ciò che le era accaduto; alcuni, credendo che avesse sognato, andarono in chiesa dove, effettivamente, trovarono un lembo dello scialle ancora impigliato nella porta.

 

Trattasi di una leggenda molto popolare nel nostro salento. Ogni  scrittore (genius loci) l’ha adattata a suo piacimento per trasmetterla ai posteri, così come mi sono permessa di fare anche io.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...