Corbezzoli!!!!

Corbezzoli: foto dal web

Corbezzoli: foto dal web

Russili: corbezzoli

Russili: corbezzoli

Amici cannaruti, sto preparando una conversazione radiofonica sugli antichi sapori e i frutti perduti, sarò ospite della trasmissione di Anna Stella Ventruti, sulle frequenze di Radio Puglia, mercoledi prossimo….

Un piccolo assaggino per voi in esclusiva!

Li Rùssili
In realtà questi frutti antichi e in via di estinzione si chiamano CORBEZZOLI, sono frutti prodotti da un albero o arbusto sempreverde originario dell’Irlanda e dei paesi che si affacciano sul mediterraneo, che può raggiungere i 9-10 metri di altezza, ma che più comunemente rimane di dimensioni intorno ai 4-5 metri. Ha corteccia grigio-marrone, che si sfoglia; le foglie sono oblunghe-lanceolate, dentate, verde scuro e lucide, simili a quelle dell’oleandro. A fine estate produce innumerevoli fiorellini bianchi, in alcune varietà soffusi di rosso o di verde, a forma di campana; nello stesso periodo maturano i frutti, che quindi impiegano quasi un anno intero per maturare, la particolarità del corbezzolo consiste nel fatto che sulla stessa pianta si possono trovare frutti maturi e fiori contemporaneamente. I frutti sono tondeggianti, giallo-rossi, dolci, con scorza leggermente rugosa, quando sono maturi tendono a cadere dall’albero.
( Libero adattamento dal Web)
Questo frutto che è diventato assai raro, cresceva e forse cresce ancora nella zona selvosa di Martina Franca… a volte, quando ci si recava nella bella cittadina dalle belle chiese barocche, per la fiera di San Martino, per un invito a nozze essendoci in quella zone molti Resort dove si tengono i ricevimenti nuziali… oppure perché in quella città all’occorrenza si andava da un famoso oculista… o per altre innumerevoli occasioni, al ritorno, mio padre pregato e supplicato caldamente da noi, si fermava ai bordi della strada e noi ci addentravamo quel tanto per raccogliere qualche fiorellino o nella speranza, di trovare Li Russili… sì sì, perché questo era il nome dialettale con il quale si chiamavano questi frutti…
Mio padre ci sollecitava ad uscire subito perché nella sua mente gli risuonava quel vecchi detto”A ci passa ti lu boscu ti Martina e no’ è pigghjatu, Musulinu o è malatu o è carcerato”… Musulino era un brigante che viveva imboscato….sì sì…si dice imboscato perché chi non voleva essere trovato si nascondeva nel folto di un bosco… così come facevano i briganti nostrani. (Giuseppe Musolino era un brigante nato in Aspromonte ma che si spingeva fino nelle nostre zone per sfuggire alla cattura).
Io conservo un vago ricordo di questi meravigliosi frutti un po’ asprigni… e lo stupore di trovarvi qualche albero a portata di mano e saccheggiare
“ qualche francata” di questi meravigliosi frutti, non mi abbandona ancora.

7 thoughts on “Corbezzoli!!!!

  1. Sul così detto Orimini di Martina Franca, era pieno di cespugli di corbezzoli, dove io con i miei fratelli andavamo a raccoglierli. È un arbusto che qui in Liguria cresce spontaneamente, e il monte di Portofino ne è pieno. Anche io nel mio terreno ne ho due alberelli.

  2. Nel basso Lazio e tra le colline pedi-montane dei Lepini, Ernici e Ausoni, il “corbezzolo” è il gradito cibo degli uccelli. i tordi in arrivo !!
    Curiosi!! i ricordi “furtivi” racconti dalla poetessa Anna !!

  3. AL TEMPO DELLE OLIVE “SPERTE” SI ANDAVA IN TUTTI QUEI
    LUOGHI LONTANI E SCONOSCIUTI PER POI VENDERE LE
    OLIVE ALL’INGRESSO DEL PAESE PER POI ANDARE AL CINEMA.
    IO CERCAVO SOLTANTO I CORBEZZOLI COSI’
    BELLI E COLORATI E TANTO BUONI DA MANGIARE. QUANTE
    NOTIZIE HO AVUTO SUI MIEI BELLI CORBEZZOLI. GRAZIE
    DI CUORE. LE IMMAGINI BELLISSIME. GRAZIE ANCORA.

  4. RICORDI, QUANTI RICORDI DEI CORBEZZOLI. SI TROVAVANO
    QUANDO SI ANDAVA PER LE OLIVE “SPERTE” IN QUALCHE
    LUOGO LONTANO. LE OLIVE SI VENDEVANO ALL’INGRESSO
    DEL PAESE E, CON IL RICAVATO, SI POTEVA ANDARE AL
    CINEMA. IO CERCAVO I CORBEZZOLI PIU’ DELLE OLIVE.
    ORA LI VEDO COME NEI RICORDI, BELLI DA VEDERE E DA
    MANGIARE. PIU’ LE ALTRE NOTIZIE. GRAZIE, GRAZIE DI
    CUORE. A VOLTE BASTANO DI CORBEZZOLI RIMASTI NEI
    RICORDI PER TORNARE BAMBINI. GRAZIE, GRAZIE ANCORA.
    A TE, ANNA, NON SFUGGE NIENTE. ERO CONVINTO CHE TE
    NE RICORDAVI APPENA. QUASI LI STRAPPEREI DALL’IMMA=
    GINE PER PRENDERLI TRA LE MANI COME RELIQUIE.

  5. Ti ringrazio, Silvestro, per aver voluto condividere i tuoi ricordi con noi, sono due commenti quasi uguali, li ho voluti pubblicare ambedue come segno di Benvenuto in questo Blog, sempre alla ricerca dei sapori perduti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...