San Martino, festa del vino

1488329_716132408428914_4670357757919865655_n[1]

pane e vino

Fioccano le manifestazioni dedicate al vino novello, forti del detto che recita “A San Martino/ogni mosto diventa vino”. L’11 Novembre giorno in cui ricorre la Festa di san Martino, il vino è certamente maturo per essere degustato, centellinato, accostato a tante prelibatezze che ne esaltano il sapore robusto, delicato, fruttato, a seconda delle uve che lo hanno prodotto, dal Sud al Nord, si FESTEGGIA il nettare degli Dei, ovvero: Sua maestà il Vino!

Anche il clima si fa mite e dona l’illusione di un altro scampolo d’Estate. Illusione! Illudiamoci ancora un po’, perché il Generale Inverno è alle porte col suo carico di “freddo e gelo”, e..alluvioni, Dio ce ne scampi e liberi.

io per quel giorno sarò ospite del mio amico, Prof. Lino Carone presso l’emittente locale Radio Puglia stereo a declamare le poesie che ho dedicato all’Oro rosso della Nostra terra di Puglia. Se l’olio è l’Oro giallo, il vino può essere definito, senza tema di smentita l’Oro Rosso… prodotto sia rosso che bianco o rosato, prodotto dai vigneti della Nostra Terra sanguigna.

I miei sempre più vaghi ricordi di me bambina che attraversavo i filari del vigneto di mio padre si fanno sempre più labili..me bambina scalza. Me bambina che regge grappoli immensi..me bambina che tende la mano all’acino più bello,

E mia madre, mia madre è una figura titanica, Immensa.

Mia madre si attardava a raccogliere acini appassiti/

che l’indomani avrebbe imprigionato in una pagnotta fragrante/

dal vago sapore delle felicità”

E mio padre, sovrano incontrastato in quel fazzoletto di terra che irrorava col sudore della sua fronte.

Ti prego, narrami ancora “li cunti” della mia infanzia dorata/

donami ancora/grappoli rossi,

lucenti come rubini/ai miei occhi di bambina” 

Appuntamento dunque a martedì 11 Novembre dalle ore 10,30 alle 12, sulle frequenze on air di Radio Puglia per   distillar versi  nei lieti calici dei nostri cuori.

 http://www.direttaradiopuglia.it/

ECCO LA SCALETTA DELLE POESIE:

San Martino di Carducci (Letta dal Prof.Carone)
Il colore dei ricordi
Di te Novembre amo
Negramaro
Oltre le vetrate
Passato /presente
Autunno abbracciami
Vedi la sera si attarda
Ricordo divino
Anche gli dei cercano osterie
Vigneti del Sud
Donne il cui viso
Odore di mosto nell’aria
La vigna abbattuta
Lu cuntatinu ‘ntr’all’acciaieria

Buon Ascolto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...