Il melograno!

Al di là del fiume Modione (Sélinos) vicino la fonte d’acqua Gaggera, ad occidente dell’Acropoli di Selinunte, vi è situata una estesa area sacra nominata Santuario della Malaphóros. Il nome deriva dal principale tempio ritrovato, edificato in onore di Demetra“portatrice di melograno”. Il significato più immediato di questo frutto è certamente quello di abbondanza e prosperità, occorre però tener conto di altri significati. Il melograno è infatti un frutto al cui interno sono racchiusi, e strettamente connessi fra loro, innumerevoli semi, che tutti insieme costituiscono il frutto e la sua rigogliosa esuberanza. Poiché la funzione del seme è quella di fruttificare, la loro abbondanza nella melagrana simboleggia anche l’augurio di proliferare sempre più. Secondo il retore ateniese Isocrate, i più grandi doni di Demetra all’umanità furono i cereali, che hanno reso l’uomo diverso dagli animali selvatici e che gli hanno consentito di coltivare speranze più elevate per la vita terrena e per ciò che dopo la vita verrà.IMG_8573chicchi di melogranoliquore di melograno

A parte la nota “Culturale” di sopra…ho saputo da un’amica che si può fare un ottimo liquore di Melograni, ne pubblico la ricetta per condividere questo rosolio che trovo facilissimo da preparare.

Ingredienti e preparazione;

In una bottiglia mettere a macerare ml.600 di alcool, puro a 90 gradi, con 450 grammi di chicchi di melograno per 15 giorni, scuotendoli di tanto in tanto …
Trascorsi i 15 giorni preparare uno sciroppo. In una pentola versare 450 grammi di zucchero semolato aggiungere 750 di acqua e far sobbollire dolcemente..
Spegnere e far freddare completamente. Prendere una ciotola, versare lo sciroppo (completamente freddo) poi adagiare un colino ( dove abbiamo messo una garza a maglie strette) versare l’alcool con i chicchi di melograno e filtrare, dopo di che buttare i chicchi , cambiare la garza e filtrare la seconda volta..
Mescolare, poi imbottigliare e chiudere, riporlo in un luogo asciutto..
Si può gustare dopo circa 20 giorni!

Ah! Il mio è già in infusione!!

Annunci

4 thoughts on “Il melograno!

  1. Oggi ne ho mangiato da solo uno intero, grande come quello della foto. I chicchi dolcissimi finiscono presto e…, come per le ciliegie, ne mangerei ancora fino al mal di pancia.

  2. La corretta dizione è Melagrana o Melagranata quale frutto – Melagrano la sua pianta – termine adottato già nel 1320, poiché è il rifacimento dal latino “malum granatum” che sta per “mela granata”, insomma parola composta con “mela” da Malum già greco Melon e figurativamente con “grano”; il suo plurale è melagrane, meglio melegrane o melegranate in accordo, con le dovute eccezioni di cui l’italiano è ricco, alla regola del plurale dei nomi composti.
    Adottando invece la definizione “melograno”, d’altronde entrata nel linguaggio comune e nei dizionari, questa sorta circa un ventennio dopo, intorno al 1340, uno straniero potrebbe far riferimento al latino Melos che sta per “armonia” e lo tradurrebbe quale frutto “melodioso (ben ordinato) di grani” associandolo a termini composti quali Melodia, Melologo e simili.
    Detto ciò, la versione veneta di Pomo-ingranà appare senz’altro la più aderente alla storia linguistica della lingua italiana; tale dialetto, infatti, contempla la voce Pomo invece di “mela”, richiamandosi al termine storico Pomo dal latino Pomum “mela” già elencato nella nostra lingua dal XII secolo e dove scopriamo il vocabolo Pomogranato già dal 1400.
    Termine questo, Pomo, che ha oramai assunto il significato generico di “frutta”, che ritroviamo in Pomodoro “frutto d’oro” dal Cinquecento e in Pomologia “studio della frutta”dall’Ottocento.
    Una particolarità interessante è che le antiche indicazioni di “Pomi d’oro” spetterebbero agli agrumi, poiché la mitologia narra delle ninfe Esperidi nel cui giardino, posto all’estremo dell’Occidente del mondo allora conosciuto (Sicilia?), crescevano le mele d’oro (limoni?).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...