Il grido di quel dolore mi pervenne

Dario-Agrimi-DA0093[1]

Il grido di quel dolore mi pervenne
Il fragore di quella esplosione
mi raggiunse
nella nicchia di carne materna,
il grido di quell’immenso dolore
mi pervenne
perforando le placide acque placentari
dove ancora mi libravo
priva di ogni peso;
Il fungo divenne simbolo d’inquietudini,
Enola fu l’artiglio che seminò la morte,
il maglio di metallo che
disperse la speranza.
L’ urlo di milioni
di bambini fu onda anomala
che pervenne alle mie orecchie
non avvezze ancora
ad udire il proprio pianto,
spense la tremula candela del sorriso
da pupille vergini
Mia madre in quell’ora fatale lanciò un grido:
io nacqui recando negli occhi
le stigmate di un dolore
che da quel momento fu anche mio
e da quel giorno
ancor non m’abbandona
rendendo funesto
il dì della mia festa.

Annunci

2 thoughts on “Il grido di quel dolore mi pervenne

  1. Alle 8.15’17” del 6 agosto 1945 il capitano Parson lancia su Hiroshima la prima bomba atomica della storia. Il 9 agosto successivo alle 11.1’ è il maggiore Sweeney a replicare l’operazione sul cielo di Nagasaki .
    85mila196 vittime raccolte tra le macerie di decine di migliaia di edifici polverizzati dagli effetti d’urto e di calore combinati.
    Da ricordare la frase di Hirohito pronunciata la notte successiva al secondo attacco atomico “…è giunto il momento di sopportare l’insopportabile!”
    E ancora quanto proferito nel marzo 2011 dall’imperatore Akihito a seguito dell’incidente di Fukushima ”Prego per la sicurezza di quante più persone possibile”,

    Parole tutte rivolte all’intera umanità, oggi più che mai, tutta sotto il gioco del potere in armi. .

  2. Un testo che travalica il tempo e unisce dolore passato a dolore presente….unica, senza sbavature, e l’animo lo sente, perché non smette di leggere….ti abbraccio, Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...