Archivio | maggio 19, 2013

La lieta stagione dell’infanzia

dolcissima adal'infanzia doratalu boccolettu

Anche se è noto a tutti in quali e quante ristrettezze abbiamo vissuto dopo la guerra nei nostri paesi, pure, in alcune rarissime foto ci sembra che la stagione indimenticabile dell’infanzia sia stata dorata e serena. Se lo è stata è certamente merito della famiglia, quel nucleo fondato sul legame di sangue che ha saputo tessere attorno ai bambini una “rete” di protezione, di tenerezza, e di predilezione tale da far apparire il mondo, il paese, la famiglia stessa, magari stretta in tante difficoltà del vivere, una sorta di eden domestico.

Giacchè sono in possesso di due splendide fotografie, anzi tre, in una delle quali si fa largo e felicemente, un primo tentativo di colore, da parte del Perrini ( foto delle dolcissima Ada Triuzzi),e in un’altra che ritrae Giorgio Fabbiano col cappellino e la divisa di piccolo Balilla, ed una rarissima foto mia da addebitare sicuramente ad uno scatto magico del fotografo ambulante,oggi vi voglio deliziare con questo spaccato dedicato all’infanzia di un tempo il cui ricordo che non vuole ancora lasciarci, e tenace dimora in noi, in quel “fanciullino” che fummo!