Archivio | maggio 2, 2013

la bambina che ero

Tutto in te è Primavera!

Amici, oggi ho avuto la gradita sorpresa di ricevere dal poeta Mimmo Martinucci una poesia a me dedicata, ispirata dalla foto di me in bicicletta. Con grande pazienza Mimmo ha ripulito e restaurata al meglio la foto, antichissima, scattata con una macchina fotografica che ti faceva foto grandi quanto fazzoletti… Una gioia che voglio condividere con voi! Vogliate perdonare quest’innocente vanità tutta femminile!

Tutto in te è primavera.

Sentore di biancospino
tra siepi di campo.

L’odore di tigli già in fiore
inonda il viale
della stazione.

Sembri l’aurora
che al primo mattino
arrossa le nevi in un lampo
e imperla
i lontani crinali dei monti.

Gli occhi tuoi pronti
e i sorrisi
colpiscono tutti,
improvvisi,
e, in frotte, le rondini in volo
sembrano flutti
di nubi
nel cielo turchino
e un gabbiano smarrito
che plana da solo.

Hai timore che amore ti schiuda
il boccio di rosa
e tu fuggi,
quasi anima ignuda,
con passi lievi e decisi
in cerca soltanto
di ingenui sorrisi.

I fiori, in veste leggera,
ti danzano insieme d’attorno
e, nel viso,
in questa tiepida sera
cullano vaghi pensieri.
Vola bambina di ieri,
giovane donna
domani sarai
e vera.

Dedicata alla adolescente di un’antica foto: LEI si riconoscerà
Spunto da una poesia del Pastonchi