Fotografie!!!

corteo di nozze in via Rocca
ricordo dei due sposini1

ricordo dei due sposini2

Bene Amici, in questo periodo sono immersa nei corredi e nelle fotografie di nozze!!!
Oggi ho trovato delle foto di grande interesse, fatte sempre da quel genio della fotografia che è stato Perrini.
Natalina De Luca mi parlava di Lui e le brillavano gli occhi;”sai Anna, Perrini fatiava Buenu!faceva certe fotografie e po li faceva divintà cartulline: mitteva puru lu quadratu pi lu francubbòllu”.E questo io l’ho sempre saputo, sapevo che anche tra i giovani era consuetudine recarsi presso lo studio fotografico di Perrini o in quello di Scarciglia, per farsi immortalare col proprio gruppo e scambiarsi,sul retro, affettuose dediche in segno di perenne amicizia.

Anche gli sposi che non potevano permettersi un servizio fotografico con fotografo al seguito, si recavano presso il suo studio quando uscivano dopo la dolce clausura che durava circa una settimana.La sposa e lo sposo si rivestivano con l’abito di cerimonia, nello studio stesso, per poi avere la gioia di una foto ricordo da donare ai parenti e agli amici più cari.

Annunci

4 thoughts on “Fotografie!!!

  1. Cara Anna, in tema di foto storiche e dando fondo al deposito dei ricordi (raschiando il fondo del barile) mi sembra giusto ricordare una tipica figura di lavoratore ambulante (da marciapiede!) da associare all’ombrellaio, allo ‘conzacraste, all’arrotino ecc. Parlo del fotografo ambulate che nella controra, quando le donne erano intente a “mozzicare fave” o a ricamare all’aperto, si piazzava all’ombra con la sua attrezzatura spartana offrendo la possibilità di eseguire fotografie (li litratti). Generalmente si fotografano bambini o gruppi per foto da mandare ai congiunti lontani per lavoro.
    Il tutto avveniva in strada perchè era sconveniente far entrare in casa un estraneo!
    Il buon fotografo, a volta un vero artista nel ramo, componeva il soggetto e poi con la testa infilata sotto un panno nero procedeva a ritrarre. Collaborava all’opera una delle donne interessate prestando al fotografo un catino pieno d’acqua in cui venivano immersi i negativi per alcuni minuti.
    Il risultato era pronto per la consegna dietro modesto compenso. Ne uscivano veri capolavori che oggi si trovano sparsi ai quattro venti, raccolti in vecchie cornici o in polverosi cassetti.
    Nessuno al tempo disponeva di macchina fotografica e quindi quelle belle foto in bianco e nero raffigurano persone e scorci di paese trasformati dal tempo. Prima o poi si dovrà riportare alla luce questo patrimonio documentale irripetibile o attraverso mostre o attraverso pubblicazioni di raccolte.
    Già questo impagabile blog ci offre l’opportunità di una parete immaginaria su cui affiggere tante di quelle preziose fotografie. Anna è già partita proponendoci una serie di foto e ritratti con un percorso che può portare lontano.

  2. Che meravigliosa passerella di belle spose. Con quale intensità si viveva allora quel giorno tanto atteso! E quello era il giorno di partenza di un’avventura umana “per sempre” (finchè morte non li separi). Che lezione di vita, che pagine di innocenza e di umanità da cui dovrebbero tanto imparare le attuali generazioni! Grazie anche per questo alla nostra Anna che dedica tempo e risorse nel riproporci belle immagini di uno splendido passato che, purtroppo, comincia ad essere remoto. Anna Maria Florio Bisignano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...