Archivio | gennaio 13, 2013

strumenti di… bellezza

giraciglia, strumento di... bellezza

giraciglia, strumento di… bellezza

Nel pozzo di san patrizio dei ricordi ho ritrovato un disusato oggetto degli anni 60/70. Un Giraciglia! cheeee?? direte voi, ebbene sì, un vecchio strumento di tortura femminile
per girare le ciglia delle palpebre superiori e dare l’impressione che fossero lunghe e folte.
In più si passava una specie di spazzolino conico intinto di Mascàra,
che conferiva un effetto super glamour per quei tempi.
Ma poi bisognava stare attenti alle lacrime, quando si affettavano le cipolle!
Il risultato ve lo lascio immaginare.
Tutto questo era possibile farlo quando i genitori erano assenti da casa,
altrimenti,al loro rientro, dopo una severa ispezione, mandavano le figlie vanitose subito a lavarsi la faccia!

Annunci