Archivio | luglio 30, 2012

Un’occasione preziosa

Stamattina sono uscita a sbrigare delle faccende e cosa vedo? Il signor Donzella con la sua postazione di antichi e genuini sapori in via Principe di Piemonte… come è solito fare ogni qualvolta dalla sua campagna raccoglie un pò di prodotti in più del fabbisogno familiare.

Da noi si usa così. Tutti coloro che posseggono un pezzetto di terra piantano zucchine, pomodori, peperoncini, fagiolini, fave e ceci e quant’altro… poi, se il frutto che raccolgono è esuberante per loro, si mettono fuori, sul marciapiedi di casa, e si mettono a vendere.

Si sa, la terra è madre generosa e non nega i suoi frutti a quanti l’accarezzano con il loro lavoro e la irrigano col loro sudore, oltrechè con l’acqua sorgiva dei pozzi.

Mi sono avvicinata ed ho chiesto: mi scusi:- hai percaso “La tolica?”-

(Se aveessi detto Cicerchia forse avrebbe pensato ad una cavolata…)

Ne ho preso un paio di chili, anche perchè conto di regalarla a mio cugino Mino, che a giorni viene da Bergamo a trascorrere qualche giorno nella casa Paterna.

Adesso ti voglio! Ora bisognerà nettarla, vagliarla molto attentamente perchè vi si può trovare qualche sassolino, qualche pallina di terra, qualche cece rachitico…un bel lavoro, insomma…
Ebbene, se si vogliono gustare le cose buone di una volta ci si dovrà dedicare un po di cura e di amore. Cosa ne dite voi?
Ne vale la pena, vero?

Annunci