Pane e pomodoro


Cosa c’è di meglio in tempo d’estate che mangiare a colazione una fetta di buon pane casareccio e un paio di pomodori spremuti sopra con tutti i loro semi. Il filo d’olio che la condirà sarà necessariamente di olio extravergine, quello acquistato nei nostri frantoi paesani… Non c’era famiglia, ai miei tempi che non si facesse la provvista di olio ogni anno.
Anche le famiglie più povere ne compravano una scorta minore, ma si dovevano assicurare ” la campata ti l’ogliu”.
Ognuno aveva il classico contenitore di zinco chiamato “Zinno”
ve ne erano infatti di diverse dimensioni, a seconda del quantitativo di olio che la famiglia si poteva permettere di acquistare.

Alcuni sere orsono, durante la presentazione di un libro, nella vicina Monteiasi, ho ascoltato un relatore, noto giornalista del “Corriere del giorno” affermare che essendo la sua una famiglia numerosa e non molto abbiente, nella sua adolescenza ha mangiato tutte le sere la classica fetta di pane e pomodoro. Con quanta nostalgia ne ha parlato, con quanto rimpianto per quei tempi felici, quando si “stringeva” ovvero si risparmiava per poter mantenere un figlio agli studi.
Ritorniamo ai sapori semplici di una volta, ai pasti genuini… al pane di grano duro, al pane e pomodoro che i bambini di oggi non hanno avuto la fortuna di assaporare, presi come sono dalle allettanti vetrine dei Fast food!

Annunci

8 thoughts on “Pane e pomodoro

  1. uuummmmhhh. che buono, specialmente se aggiungi un pò di origano.
    ieri ho comprato, purtroppo in un supermercato, le fave con il guscio e senti senti, domani provo a cuocere le fave “spizzuttate”, chissà se riesco a cuocerle come le faceva mia madre. io e mia moglie ci proviamo, poi ti saprò dire.

      • ciao anna,
        nonostante l’ammollo di più di 12 ore le fave spizzutate sono rimaste dure alla corteccia ma, le ho mangiate ugualmente.
        non erano proprio le nostre paese, tenere e gustose. ovviamente quelle di una volta.
        ci riproverò se riesco a comprarle giù a sangiorgio. ricorda che è anche “LU PAISU MIA”!!!!

  2. ti farà sapere. oggi abbiamo fatto il pane in casa con il forno a gas. ti dirò che è una meraviglia. non è il forno a legna di STELLA, ma è venuto da favola.

  3. Mino, ma che cosa pensavi di mangiare la buccia??? quelle non si potranno mai mangiare,,,si prendono tra l’indice e il pollice e si fa uscire la fava cotta all’interno come quando si mangiano le castagne bollite!!! ;-))))

  4. ho fatto di meglio!!! quelle rimaste le ho passate con il passaverdure, ho aggiunto un filo d’0lio e un pò di formaggio. sono una bontà indescrivibile. ricetta tipica barese. provala e dimmi.
    un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...