Lu ‘NDRÒMMISI

Prima ce stava la polenta?

Allora pi fa’ na specie di polenta si faceva lu ‘ndròmmisi.

Si mitteva sobbr’allu fuecu na patella t’alluminiu,

cu l’acqua e na puzatedda ti sale.

Quannu l’acqua ziccava a spingula’, prima cu bulleva,

si minava a filu a filu la farina ti granu, a picca a picca,

cinò vineva còchili còchili

e li mariti priticàvunu quannu acchiàvunu li còchili.

Si girava sempre cu la cucchiara ti legnu pi no fa’ ‘ncudda’ lu ‘ndròmmisi alla patella.

Li uecchi spierti ti la cuoca si n’addunàvunu sùbbutu quannu s’era cuettu buenu.

Allora si mitteva la frizzarola cu l’olliu t’alia, ti quiru paisanu,

si faceva fa’ forte e po’ si mitteva na spica t’agghja.

Si faceva ‘rrussà l’agghja e po’ si minava ‘ntr’allu ‘ndròmmisi.

Si faceva ‘nsapuri’ nu picca e po’ si ministrava ‘ntra lu piattu riale.

Annunci

2 thoughts on “Lu ‘NDRÒMMISI

  1. ricordo che mia madre quando parlava di questo piatto aveva sempre una lacrima agli occhi dicendo : peccato che voi giovani non sapete apprezzare questi sapori, frutto delle nostre tradizioni che vanno perse. così accadeva anche con le fave bianche a purea con la versura raccolta in campagna: le clessiche rapescioccie. grazie Anna, per i bei ricordi.
    mino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...